giovedì 13 luglio 2017

Immigrazione? No,nuovo schiavismo!!!

Immigrazione funzionale al turbocapitalismo per fini economici e sostituzione etnica 

I numeri non mentono, sono cifre pazzesche, 24.800 sono gli immigrati  sbarcati solo a  giugno nei nostri porti e i dati tendono solo a salire.
Attualmente ci sono  dieci navi, che si stanno dirigendo verso i porti del sud Italia  con a bordo oltre 7.300 immigrati salvati al largo della Libia.

Questa è una situazione che  non accade per caso!
È il risultato di anni e anni di politiche scellerate, iniziate con la catastrofica guerra fatta alla Libia,  voluta da Inghilterra,  Francia e dalla politica di sinistra nostrana  con a capo l'ex  presidente  Napolitano.
L'asse inglese e francese ha voluto destabilizzare la Libia di Gheddafi solo per interessi economici personali e per indebolire l'Italia, essendo la Libia, all'epoca,  uno dei principali partners economici per il nostro paese.

giovedì 30 marzo 2017

Processo di Trani contro le agenzie di rating: tutti assolti

Oggi, 30 Marzo 2017, il Tribunale di Trani ha assolto 5 analisti e manager di Standard & Poor’s ( agenzia di rating) dal reato di manipolazione del mercato aggravato, con riferimento ai fatti del 13 Gennaio 2012 “perché il fatto non costituisce reato”.
Il procuratore Michele Ruggero, aveva chiesto per gli imputati una condanna, a due anni per Deven Sharma, all’epoca dei fatti presidente mondiale di S&P, a 3 anni per Yann Le Pallec, responsabile per l’Europa e a 3 anni Eileen Zhang, Franklin Crawford Gill e Moritz Kraemer , analisti del debito sovrano.

Anche David Michael Willmoth Riley, capo rating sovrano della sede londinese dell’agenzia di rating Fitch, è stato assolto con la stessa motivazione  

sabato 11 febbraio 2017

Strategie per un mondo migliore

  Verità, Giustizia e legge della cedevolezza

È da più di 15 anni che divulgo attraverso convegni e i miei libri, tante Verità sull'attuale sistema monetario che ci ha lasciato in eredità il grande Prof. Auriti. Per quanto mi riguarda sono un convinto sostenitore di tutti i suoi insegnamenti, e non solo monetari.

A tutto questo ho sempre abbinato il mio punto di vista e tutto il resto della mia formazione culturale che proviene da altre fonti.

Naturalmente, oggi, abbiamo anche altri economisti che sono contro questo attuale sistema monetario, ma hanno un approccio meno contrapposto rispetto alla dirompente  lotta portata avanti da Auriti  contro  gli usurai, pertanto molti di loro non hanno ancora consapevolizzato le Verità espresse dal professore. Ma per lottare contro le enormi forze del male messe in campo, è necessario lavorare tutti insieme sui punti di unione e non sulle nostre divisioni, con l'unico presupposto della buona fede tra gli interlocutori,  senza ergersi su inutili piedistalli che servono solo ad indispettire e ad alimentare le numerose divisioni.  Qui la lotta è mortale, bisogna raggruppare tutte le forze messe in campo e unire lo spirito di tutti popoli per combattere lo strapotere plutocratico e usuraio asservito alle forze del male.

martedì 24 gennaio 2017

Trump straccia il TPP

Anni e anni di lotta, con successi precari, contro il trattato commerciale USA - Europa, il TTIP, per scongiurare lo strapotere delle multinazionali contro i popoli e poi arriva Trump che in 10 secondi, con una sola firma straccia il TPP (Trans-Pacific Partnership), un accordo di libero scambio tra Usa e Canada e altri 10 Paesi che si affacciano sul Pacifico (Australia, Brunei, Cile, Giappone, Malesia, Messico, Nuova Zelanda, Perù, Singapore e Vietnam). 
Occorre solo governare con lungimiranza e senso di giustizia.
Oggi abbiamo ottenuto un grande successo, un grande risultato per tutti popoli.

Però molti non si fidano   perché lo ritengono un uomo di potere e del potere, ma in questo caso non si tratta di fidarsi o non, si tratta solo, per il momento, di evidenziare il fatto  che un pessimo trattato,  che andava contro i popoli  è stato stracciato. Per  ora evidenziamo questo.  Quando Trump farà qualcosa che andrà contro gli interessi del popolo, lo massacreremo di critiche come è giusto che sia, ma ora godiamoci questa piccola vittoria che va in linea con il bene dei popoli e non delle multinazionali.

M5S- Accordo fallito con ALDE

 Pubblicato su Facebook il 10 Gennaio 2017
Grillo è stato uno dei primi divulgatori degli studi Monetari del compianto prof. Giacinto Auriti, portando in giro per l'Italia negli anni 90 , con il suo spettacolo "Apocalisse Morbida", tutte le scoperte fatte dal professore.

In seguito, nel m5s ha sempre evitato di dare una linea chiara in ambito monetario lasciando campo libero a tutti coloro che ne facevano parte. Non ha mai voluto, per scelta, divulgare e farne un punto di forza, all'interno del movimento, la scuola monetaria Auritiana.

venerdì 9 dicembre 2016

IL FENOMENO TRUMP - COME UN URAGANO

Il fenomeno Trump si impone senza mezzi termini e sbaraglia tutto e tutti, questo è un fatto epocale, contro il cosiddetto potere dell’establishment, compreso quello del suo stesso partito repubblicano. Contro tutti i sondaggi d’opinione di tutte le agenzie vendute al sistema, nessuna esclusa. 
Contro tutto il fango mass-mediatico che gli hanno gettato addosso tutti i canali dell’informazione ufficiale messa a libro paga dai potenti banchieri, solo per screditarlo. Questa è anche la sconfitta di tutto il mondo del giornalismo, dei pennivendoli, che hanno smesso di fare il vero giornalismo d’inchiesta e che se non si renderanno conto, presto saranno spazzati via violentemente dalla storia.

mercoledì 21 settembre 2016

La Puglia ricorda Moro

NEL CENTENARIO DELLA NASCITA, E’ FINALMENTE ARRIVATO IL MOMENTO DI FARE PIENA LUCE SULLE VICENDE TERRENE DELLO STATISTA DI MAGLIE. ALCUNE SONO ANCORA BUCHI NERI DELLA NOSTRA STORIA. ECCO UNA SINTESI DELLE QUESTIONI PIU’ CONTROVERSE, DAL PERCHE’ DELLA TRAGICA MORTE, AL TENTATIVO DI SOVRANITA’ MONETARIA


"Bacia e carezza per me tutti, volto per volto, occhi per occhi, capelli per capelli. A ciascuno una mia immensa tenerezza che passa per le tue mani. Sii forte, mia dolcissima, in questa prova assurda e incomprensibile. Sono le vie del Signore. Vorrei capire, con i miei piccoli occhi mortali come ci si vedrà dopo. Se ci fosse luce, sarebbe bellissimo".

Aldo Moro, ‘Lettere dalla prigionia’, Einaudi

Giovedì 22 settembre, nella ricorrenza del centenario della nascita di Aldo Moro, del 23 settembre 1916, il Consiglio Regionale della Puglia si riunirà in maniera straordinaria per ricordare lo statista salentino. Il convegno sarà aperto dal Presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo, e prevede gli interventi dell’ onorevole Giuseppe Vacca, sul tema “Moro e la politica estera in Italia”; del giornalista Giuseppe De Tommaso su “Moro, la Puglia e il Mezzogiorno”, e del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

lunedì 29 agosto 2016

Terremoto-Lo Stato si riprenda la sovranità monetaria per ricostruire


Lo Stato riprenda la sovranità monetaria, crei e impieghi così il denaro che serve per per la messa in sicurezza del nostro territorio  
Siamo al paradosso: siamo aggrappati alle disgrazie naturali per fa ripartire l’economia.

Mi riferisco a quello che ha detto l’ altro giorno Bruno Vespa durante il suo programma televisivo, riferendosi al terremoto: “…Ingegnere, tanto questa sarebbe una bella botta di ripresa per l’economia, perché pensi l’edilizia cosa potrebbe fare, cioè una cosa virtuosa”;

e alla chiosa di rimando del Ministro Del Rio, ospite della trasmissione:“..Adesso l’Aquila è il più grosso cantiere d’Europa, di fatto anche l’Emilia è un grandissimo cantiere in crescita, farà P.I.L”.

Quindi per far ripartire l’Italia dobbiamo aspettare che accadano delle disgrazie, con centinaia di morti, vite spezzate e famiglie distrutte per far innalzare il P.I.L.

Assurdo! Inconcepibile!

Siamo talmente bombardati da una miriade di informazioni, che siamo assuefatti, al punto di non riuscire più a scandalizzarci di nulla.

Dichiarazioni di questo tipo dovrebbero far venire i brividi.

Ormai il cinismo ha raggiunto livelli inquietanti.

DIECI ANNI FA MORIVA A ROMA IL PROFESSOR GIACINTO AURITI

DIECI ANNI FA MORIVA A ROMA IL PROFESSOR GIACINTO AURITI, CHE SOSTENNE E SPIEGO’ LA PROPRIETA’ POPOLARE DELLA MONETA. ABBIAMO CHIESTO DI RICORDARCENE GLI INSEGNAMENTI AD UNO STUDIOSO SALENTINO, AUTORE DI UN RECENTE SAGGIO SUL SIGNORAGGIO BANCARIO

Ieri 11 agosto 2016,  a Guardiagrele, piccolo paese in provincia di Chieti, suo luogo natale, si è svolta la celebrazione del decennale della morte, solo fisica, del grande giurista- economista abruzzese.
Osò sfidare i banchieri usurai che hanno nelle loro mani il più forte, perverso e subdolo potere che domina sull’uomo, la moneta debito.
La Storia gli sta dando ragione.

Tanti estimatori del professore sono venuti da tutta Italia per onorarlo e ricordare il suo forte impegno messo nella causa per liberare l’uomo dalla schiavitù del debito. Auritiani di prima, seconda e terza generazione hanno avuto il piacere di incontrarsi e pranzare anche con tre figli del professore, che hanno onorato l’incontro con la loro presenza.
Tutto l’evento si è svolto con sano spirito di amicizia e fratellanza.
In mattinata si sono visitati alcuni posti fondamentali che ricordano il professore, come la chiesa di Contrada Brecciaio, fatta erigere dal professore in onore della Madonna di Fatima a cui ha affidato la lotta contro la moneta debito.

venerdì 8 luglio 2016

Come uscire dall'euro? Semplice, limitiamo il suo l'utilizzo


Generiamo un'altra economia attraverso il baratto amministrativo le monete complementari le camere di compensazione il baratto e l'economia locale 

Uscire dall'euro non è una cosa semplice, ancora più complicato è liberarsi dalla moneta debito di proprietà degli usurai. L'attuale crisi truffa messa in atto per espropriare tutti noi è stata un “successo” per l'usuraio. La distruzione della domanda interna voluta da Mario Monti con l'aumento indiscriminato delle tasse, definito dallo stesso “il consolidamento fiscale” e la continua mancanza di denaro circolante nell'economia reale sta facendo chiudere tutte le piccole e medie imprese, causando un aumento della disoccupazione. Le famiglie, le aziende e tutta la società è al collasso. I suicidi e la disperazione aumentano, purtroppo questo è l'unico dato che tende a salire.

Lo scenario è quello tipico di un periodo di guerra, si una vera e propria guerra, in questo caso economica e monetaria, cambiano le armi, cambiano i tempi e anche le guerre si adeguano alle nuove tecnologie non si fanno più tutte allo stesso modo.
Due sono i modi per conquistare una nazione, uno è quello classico, fatto con le armi, l'altro e con il debito. Un sistema subdolo, strisciante, si diventa schiavi senza catene e inconsapevoli del proprio stato di schiavitù.